TEJIENDO MEMORIA

A dicembre 2021 si è concluso il progetto Tejiendo Memoria, finanziato dall’Otto per Mille della Chiesa Valdese e realizzato da Lisangà con il MUPI, Museo de la Palabra y la Imagen di San Salvador, e ACOSANF, Asociación de Desarrollo Comunidad San Francisco Echeverría.

Quanto realizzato è stato immaginato come fondamenta del progetto vero e proprio, che prevede la costruzione di un museo della memoria, o meglio di un Centro Interpretativo della storia locale, a San Francisco Echeverría, creando un collegamento con ciò che già esiste a livello nazionale, nell’ambito della Ruta della Memoria Histórica.

In partnership con il MUPI, si è provveduto a formare un gruppo di giovani, e meno giovani, della comunità (8 persone) appartenenti al comitato locale di figlie/i di veterani/e, sul tema della memoria storica.

Sempre con la collaborazione del MUPI e di professionisti che collaborano stabilmente con il museo, si è proceduto al recupero e alla classificazione del materiale cartaceo, fotografico e sonoro esistente, spesso conservato in casa come cimeli o ricordi di famiglia, ma che costituiscono un patrimonio storico da condividere con la collettività, nel futuro museo, per far conoscere la storia del luogo e delle persone che lo abitano.

A tal proposito, sono stati ristrutturati e riqualificati, anche migliorandone l’illuminazione, alcuni dei luoghi della memoria di San Francisco Echeverría, come i bagni della vecchia scuola, dove furono depositati i corpi delle vittime del massacro del 1984. Sono anche stati restaurati i murales che per immagini raccontano la storia lungo i sentieri e sulle facciate degli edifici della comunità. È stato, inoltre, progettato e realizzato un monumento commemorativo, intitolato Imprescindibles, che rappresenta una coppia di caduti in guerra e che è stata collocata di fronte alla biblioteca.

Nell’ambito del progetto abbiamo sostenuto economicamente i comitati già attivi a San Francisco Echeverría, come il Comité de Memoria Histórica e il Comité de Veteranos y Veteranas, per l’organizzazione di momenti commemorativi (11 novembre 1989, quando avvenne la famosa offensiva finale che portò il paese verso la firma degli Accordi di Pace; 23 marzo 1980 l’assassinio di Mons. Romero 1989 il massacro dei gesuiti, date simbolo dell’inizio e della fine della guerra), assemblee ed incontri divulgativi e iniziative culturali ed artistiche.